Yoga

COS’E’ LO YOGA?
YOGA significa ‘Unione’, mentre HATHA (sole/luna) racchiude un significato di opposti, dato da Ha che rappresenta il sole e da Tha che rappresenta la luna.

HATHA YOGA= Unione del sole e della luna.

In altre parole l’Hatha yoga mira a riequilibrare il negativo e il positivo del nostro organismo, creando una perfetta sintonia tra corpo e mente. Con questa disciplina si cerca di raggiungere l’armonia psico-fisica, la salute e la longevità, partendo dal corpo per arrivare a disciplinare la mente.

Uno degli ultimi grandi maestri del Raja yoga fu Swami Sivananda, seguito da uno dei suoi più importanti discepoli, Swami Vishnudevananda che stando in contatto col pensiero occidentale elaborò e sintetizzò l’antica saggezza yoga in 5 principi fondamentali:

1.Esercizio fisico (asana)

2.Respirazione (pranayana)

3.Rilassamento

4.Alimentazione corretta

5.Pensiero positivo e Meditazione

ASANA Una delle pratiche iniziali per chi si avvicina al sentiero dello Yoga, è senz’altro l’esecuzione delle asana.

Certamente non si tratta dell’aspetto più importante di questa disciplina, anche se da noi è la pratica più reclamizzata e conosciuta dai più, tanto che volgarmente “fare yoga” si traduce come nell’ assumere certe strane posizioni, ma così non è.

Le asana sono particolari posture che portano alla disciplina del corpo che unite ad un controllo della mente e del respiro guidano verso un’evoluzione che coinvolge l’intero essere; per andare oltre, per essere sul sentiero dello Yoga in modo totale, sarà necessario cimentarsi con diversi altri principi e aspetti di questa vastissima scienza.

Gli scopi delle asana sono molteplici: permettono un’ approfondita conoscenza del corpo influenzandone così gli aspetti fisici, curano e prevengono disfunzioni sia fisiche sia psichiche, equilibrano le ghiandole endocrine, distendono legamenti e tendini, sciogliendo contrazioni e drenando le tossine dai muscoli, rilassano e tonificano il sistema nervoso, stimolano la circolazione sanguigna, massaggiano gli organi interni, calmano ed equilibrano la mente. Dopo un breve periodo di pratica yoga è facile venirne influenzati in modo positivo, si possono percepire piccoli cambiamenti, ma è importante capire che lo yoga non vuole e non può essere una vera e propria terapia.

PRÂNÂYÂMA è un metodo per armonizzare non solo il respiro, ma anche i sensi e la mente.

Attraverso la pratica del prânâyâma (controllo del respiro), il corpo diventa forte e sano. Gli apici dei polmoni riceveranno un apporto adeguato di ossigeno, come di solito non accade e ne conseguirà un miglioramento nella quantità e qualità di sangue nell’organismo.

Relax<
RILASSAMENTO Mentre siamo occupati ad inseguire ciò che ci attrae, a fuggire ciò che ci spaventa, a soddisfare le aspettative che gli altri hanno nei nostri confronti, a corrispondere all’immagine che abbiamo o vorremmo avere di noi stessi, raramente ci accorgiamo che tutte le frustrazioni e le contrarietà che sono create da queste attività lasciano tracce nel nostro corpo, sotto forma di tensioni, contrazioni muscolari inconsce, disfunzioni di vario tipo. Purtroppo ne prendiamo coscienza solo nel momento in cui queste disfunzioni si cronicizzano e si accumulano al punto da diventare dolorose.

Le tecniche di rilassamento specifiche che lo yoga mette a disposizione permettono di rilasciare le tensioni e le contrazioni parassite, distaccandosi contemporaneamente dalle contrarietà che le hanno create, almeno per un tempo sufficiente a ristabilire un certo equilibrio.

LO YOGA E’ UNA RELIGIONE?
Assolutamente NO

Il punto è non confondere spiritualità con religione. Sono due cose diverse.

Una certa dose di spiritualità è indispensabile per chi aderisce a qualsiasi religione, ma lo yoga può essere un percorso di ricerca personale anche per chi è completamente ateo, agnostico o semplicemente dubbioso. Anche queste ultime tre categorie di persone possono infatti domandarsi: perché penso, come mai provo dei sentimenti, perché esisto, la vita è solo ciò che vediamo e tocchiamo, oppure c’è dell’altro?

Lo Yoga è quindi una serie di tecniche fisiche, respiratorie e psicologiche che possono aiutarci a esplorare la nostra realtà spirituale. In questo senso, sono probabilmente compatibili con qualsiasi religione, salvo forse le interpretazioni più dogmatiche e restrittive (in entrambi i sensi: esistono anche i dogmatici dello Yoga…).

Alcune delle antichissime tecniche dello Yoga sono comuni a molte attività umane, dalla politica alla religione (ad esempio la recitazione di mantra: è analoga alla preghiera, alla recitazione di slogan politici, guerrieri e sportivi, ovviamente alla ricerca di effetti diversi). Altre tecniche sono state utilizzate da numerose discipline sportive, come lo stretching. Altre ancora sono utilizzate in forme analoghe nella psicoterapia, come ad esempio il training autogeno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...