STAGIONALITA’ DEGLI ALIMENTI

http://www.zucchinaverde.it/frutta_e_verdura_di_stagione.asp

Frutta di Novembre

Durante l’anno le stagioni si susseguono con un ritmo ciclico. Scegliere i cibi di stagione ci permette di consumarli nel loro naturale periodo di maturazione, nel momento cioè in cui hanno il più alto contenuto di vitamine e Sali minerali. Questo ci permette di diversificare nel corso dell’anno l’apporto di tutte le sostanze nutritive più preziose per il nostro organismo, infatti il nostro corpo necessita esattamente di ciò che la terra ci offre in quel momento. Proviamo un po’ a pensarci…

La primavera è la stagione del risveglio, dopo il torpore invernale la natura riprende le sue attività: crescono in germogli, l’aria è frizzante e nel nostro organismo si risvegliano molte infiammazioni come allergia, coliti e gastriti. Dopo l’inattività invernale e i cibi troppo ricchi l’organismo ha bisogno di ossigenarsi e depurarsi. E cosa troviamo in primavera? Tantissimi alimenti depurativi e leggeri come fragole, asparagi, tarassaco, ortica, ciliegie.

In estate invece con le giornate calde tendiamo a sudare, perdiamo molti Sali minerali e questo ci fa abbassare la pressione e il metabolismo. La natura ci mette a disposizione proprio ciò di cui abbiamo bisogno: frutta e verdura ricca di acqua e Sali minerali e povera di calorie come anguria, melone, cetriolo, zucchine, insalata. E ci aiuta anche a proteggerci dai raggi solari grazie ad ortaggi saporiti e colorati e ricchi di betacarotene precursore della vitamina A.

La frutta autunnale invece è la più calorica, uva, fichi, cachi, castagne… proprio perché dobbiamo rifornirci di energie per affrontare il lungo inverno.

Infine in inverno la varietà di frutta e verdura si restringe a pochi tipi. Per quanto riguarda la verdura tra l’altro si hanno soprattutto crucifere o brassicacee (quindi cavoli, verze broccoli…) che contengono composti volatili dello zolfo che aiutano le difese immunitarie e proteggono in particolare le vie respiratorie ( oltre ad essere efficaci antitumorali). Poi arance, mandarini, pompelmi sono ricchissimi di vitamina C che ci aiuta a prevenire i mali di stagione.

La frutta e la verdura di stagione hanno un aroma, un odore e un sapore intenso oltre che il più alto valore nutritivo; ma non dobbiamo dimenticarci che consumandola abbiamo anche un minore rischio di mangiare sostanze non desiderate come residui di antiparassitari e di conservanti che invece sono d’obbligo per produrre ortaggi fuori stagione. Il consumo di prodotti fuori stagione ha dei costi ambientali elevati. Per produrre ortaggi fuori stagione, per conservarli a lungo e trasportali è necessario consumare energie e risorse.

Mangiare prodotti di stagione fa bene all’ambiente, al gusto e alla salute.

Dott.ssa Annachiara Stocco
Biologo Nutrizionista
Specialista in Biochimca Clinica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...